Da Emilia, al Clandestino e da Giuliamare

Stiamo sempre bene da Emilia a Portonovo. Veruska mangia la pasta coi moscioli, io i paccasassi con le alici marinate e il bollito di pesce con la maionese fatta in casa.


  
Il Clandestino è uno dei posti del cuore. Abbiamo incontrato per caso e con piacere Fannj e Luigi. Poi ci siamo fermati per bere vino avvolti nella copertina.


  

A Numana siamo andati finalmente da Giuliamare. Il Format è più o meno lo stesso di quel che era Alvaro, il ristorante accanto alla Torre per anni uno dei miei posti preferiti e probabilmente la “chiusura” più dolorosa della zona da un paio di anni a questa parte.

Abbiamo mangiato bene: grigliata e frittura di pesce.


Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...