La Vineria Flora

C’era una volta la Vineria Flora di Capo d’Orlando, il ritiro per serate senza pensieri, il luogo per incontri poco banali e la cucina creativa di Fasone, chef atipico innamorato delle Eolie e del finocchietto.
Il posto dove si tirava mattina dopo le vittorie e ci si faceva venire mal di testa dopo lo sconfitte, il regno per la filosofia di Pozzecco e i sigari di Sacchetti.
Alla Vineria Flora, insieme a Mario, ho iniziato a cucinare per qualcuno.
Accadeva di giovedì, i coperti disponibili erano venti e il pezzo forte della rassegna stava nel “free bar” più che nelle pietanze. Almeno nei propositi.
Perchè da Fasone non sapevi mai cosa aspettarti: la prima sera fu capace di presentarsi a sorpresa con il cuoco giapponese e di inventarsi il sushi alla siciliana, e grazie ad Habiko la gente cominciò a parlarne, a venire e ad apprezzare.
A distanza di tanto tempo i ricordi rimangono straordinari, le ricette pure. Ve le proporremo qui.

One Reply to “La Vineria Flora”

  1. Mi piacerebbe impreziosire questo splendido articolo con un aneddoto. Tanto amante del “finochietto” lo chef atipico, che mi ritrovai con Geri e Claudia a raccoglierne mazzi di selvatico in una aiuola poco lontano dal centro cittadino per poi condirci una strepitosa passata di ceci. Era la cena di benvenuto a Meo, in casa Fasone…

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.