La Pastiera di Marco Aloi

Marco Aloi, Sales Sponsorship Director di Pallacanestro Biella, regala al blog la sua personalissima versione della pastiera napoletana: che fame, ragazzi….

La pastiera napoletana. Mi raccomando…..solo grano intero!!

La pastiera napoletana e’ un dolce tipico del periodo pasquale ma che ormai e’ diventato una costante dei periodi di festa.
Di base e” un dolce che nasce dalla tradizione povera, fatta con grano e ricotta ma che lascia invece una ricchezza di guato nel palato di chi l’assaggia.

Quantitativi per circa 2 pastiere da 30 cm di diametro.
Procuratevi 500 gr di ricotta fresca, 500 gr di zucchero, 450 di latte intero 700 gr di grano (si trovano i barattoli nei supermercati), 5 uova, 200gr di canditi, 1 bottiglina di acqua di millefiori (fondamentale) ed un cucchiaio di burro.
Serviranno 3 contenitori di cui uno più grande

Preparate a parte la pasta frolla (già pronta o seguendo una vostra ricetta), mentre si procede con i preparativi del composto con gli ingredienti sopra elencati.
In un tegame mettere il grano, 150 di latte, 150 di zucchero, ed il burro ed a fuoco lento far amalgamare per circa 30 ed una volta terminato trasferire tutto in un contenitore più grande.
In un altro contenitore lavorare la ricotta, 150 di latte e 200 di zucchero a mano o con la frusta. In un terzo contenitore lavorare le uova e 150 di zucchero a mo’ di zabaglione.

Riprendere il contenitore più grande che già contiene il grano cotto e raffreddato, inserire il contenuto dei due altri contenitori, girando man mano ed aggiungere i rimanenti 150 di latte, l’acqua di millefiori ed i canditi. Tutto mescolando molto bene.

Preparare un contenitore dove viene stesa la pasta frolla lasciando una parte per le striscia di copertura ( tipo crostata). Foderare fondo e laterali arrivando ai bordi e poi versare il contenuto.
Chiudere il tutto con strisce larghe 1.5 cm formando dei rombi e legandole ai bordi.

Nel frattempo portare il forno a 150 gradi e quindi far cuocere per circa 2 ore. La cottura dipende da forno a forno. Controllare costantemente con uno stecchino che dovrà uscire alquanto asciutto.

Una volta raffreddata spolverare con zucchero a velo e… buon appetito!

Marco Aloi

Annunci

1 commento

  1. Viottorio

    Bravo Marco Aloi

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...