Avanti tutta: i tagliolini al culatello di Mario Castelli

Appena ho scoperto questo blog, è finito dritto dritto nella mia barra dei preferiti. Mi chiamo Mario Castelli, ho 23 anni, come tutti voi ho una grande passione per il cibo, e come tutti voi una delle poche passioni che riescono a superare quella gastronomica è quella per la palla a spicchi (gioco in C regionale lombarda nel Nuovo Basket Aresino, ma seguo qualsiasi tipo di campionato dove ci siano due anelli arancioni e una palla da infilarci dentro). Il piatto che vi sto per proporre l’abbiamo scoperto io e il mio compagno Daniele Amadio in un ristorante di Milano, andando a cena una sera dopo una vittoria in trasferta ad inizio stagione. Nei giorni seguenti abbiamo cercato la ricetta per ripetere il piatto, Daniele ha provato a cucinarli ed il risultato è stato superlativo. Allora mi ha girato la ricetta e anch’io mi sono dilettato a prepararli, facendoli diventare fin dal primo assaggio uno dei miei piatti preferiti. Il piatto che vi voglio proporre sono i tagliolini al culatello. Io, per quattro persone, li preparo così:

In una padella faccio sciogliere una buona quantità di burro (io metto circa 100-120 grammi, ma dipende da quanto la volete condita) e aggiungo una dozzina di foglie di salvia tritate finemente. Una volta sciolto per bene il burro aggiungo il culatello (indicativamente una fetta abbastanza spessa per ogni etto di pasta che preparo, in questo caso cinque fette) tagliato a striscioline e lo faccio dorare nella padella. Quando il culatello inizia a prendere un bel colorito, abbasso la fiamma e aggiungo due-tre mestoli di brodo di carne (solitamente preparo questo piatto il giorno dopo aver mangiato il bollito, con il brodo rimasto dalla cottura). Nel frattempo faccio cuocere mezzo chilo di tagliolini, li scolo un po’ al dente e li aggiungo in padella, dove verso un’abbondante spolverata di parmigiano e manteco il tutto, facendo ultimare la cottura dei tagliolini.

Il piatto va servito caldo appena tolto dal fuoco e mangiato subito per essere gustato al meglio. Chi vuole può aggiungere una leggera macinata di pepe, ma già così vi assicuro che è un piatto straordinario. Provare per credere!

Ciao e buon appetito a tutti i cestisti!

Mario Castelli

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...