I consigli in pillole per la 5 giornata

Bene o male ci arriviamo sempre. Il basket di serie A scende in campo per il quinto turno di andata e BK vi porta in altri 8 posti selezionati per voi grazie alla rete degli “osservatori”.

Una decina di giorni fa Achille Polonara si è divertito con una carbonara condita dentro la forma di parmigiano al ristorante Pizzeria Jolly di Reggio Emilia.  Abbiamo anche la documentazione fotografica..


Ad Avellino dopo Sidigas-Dolomiti Energia Trenro si va al ristorante pizzeria Vicolo dei Matti. Unica pizzeria avellinese con pizza con impasto ad alta digeribilità e lievitazione 18 ore.

Provate la pizza con il carbone vegetale, ma ci sono tante altre cose che possono rendere la serata indimenticabile. Grande ricerca di materia prima, usati sulla pizza ma anche per tutto il resto.

Rimaniamo con la pizza e andiamo a Sassari alla Pizzeria Cassaforte, locale accogliente, pizza ottima con la pasta della pizza fatta lievitare al punto giusto. La carne argentina è l’altra specialità della casa, situata in corso Angioy nei pressi della fontana di Le Conce  e la chiesa di Sant’Agostino.

Ancora pizza e non solo pizza al Boeucc di Cantù dopo le partite ma non solo. Posto storico in centro, frequentatissimo anche nelle pause pranzo con i suoi menù a 10 euro.

Pizza anche a  Milano. Sapete che sono un grande appassionato di Lievità di cui abbiamo già parlato in abbondanza qui. E non vi dico nulla di nuovo se consiglio un caro, vecchio, sempre buono trancio di pizza da Giuliano in via Paolo Sarpi 60. Per provare invece qualcosa di diverso, da Potafiori in via Salasco (quella del Vinodromo) c’è un bistrot concept con cibo, musica e fiori. 

Andiamo a Capo d’Orlando al Ristorante i Carusi, se invece volete la pizza e i paccheri  tanto graditi a Pozzecco e Basile bisogna fare tappa da Rosario al ristorante pizzeria Odeon

Troppo facile per la pizza a Torino. Da Libery Pizza & Artigianal Beer in via Legnano ci sono grandissimi prodotti e una selezione importante di birre artigianali. La pizza è eccezionale, conto di tornarci tra una decina di giorni dopo il concerto dei Foo Fighters. 

  
  
Infine a Bologna bisogna provare Berberè, un progetto partito da Castelmaggiore e che dal locale di Bologna ha visto salire a bordo Alce Nero, ora anche a Firenze.

Il segreto della pizza Berberè è la sostituzione della lievitazione con la maturazione naturale: non utilizzanolievito chimico ma la pasta madre viva. Da lì tutta una serie di passaggi che rendono la pizza più leggera, sana e digeribile. 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...