Il ritorno col botto di Luca Robledo

Giovedi, ore 15.30, sede, squilla il telefono del coach. “Ciao, ti ricordi che oggi devi finire allenamento prima perché dobbiamo andare a cena da mia sorella!??!”..L’assistente, sornione, presente alla telefonata guarda il coach con compassione, ma egli lo fulmina con lo sguardo e aggiunge : “Non dire NIENTE” (Cit.) Ore 17.30, centrocampo, inizio allenamento. “Ragazzi  …